Vincitore della rassegna 2018

"BIRTHPLACE"  Regia di Sil Van Der Woerd & Jorik Dozy

Le immagini surreali e fantastiche richiamano il capolavoro del grande Guglielmo del Toro “la forma dell’acqua”. La plasticità dei movimenti del protagonista che sembra immerso in un acquario con una vivace fauna marina si trasforma in un triste scenario di morte dove a dominare è l’inquinamento marino. Il corto rappresenta una lezione sulla inestimabile valore della natura che l’uomo piano piano sta distruggendo. 

Vincitore della rassegna 2017

"Negative" diretto da Antonella Barbera

Le immagini in negativo capovolgono la memoria. Una fotografa fa una scoperta inquietante e fa i conti con le proprie paure. Un tributo all’arte fotografica. 

Vincitore della rassegna 2016

"Riky Game" diretto da Stefan Flepp

A 17 anni Melanie viene picchiata dal padre quando ha brutti voti. Quando fallisce completamente in un test in scienza fisica, lei cerca di ricattare il suo insegnante. Ma non è il prof che sembrava essere. Ha la sua propria storia violenta. 

Vincitore della rassegna 2015

"Ignorance" diretto da Andrea Lorenzini

 

Articolarsi di un grottesco ricordo e delle sue imprevedibili e velleitarie conseguenze su una piccola comunità siciliana portata ad eleggere, con goffezza, l’ignoranza a proprio valore salvifico.

Vincitore della rassegna 2014

"Vedi Milano con 5 euro" diretto da Marco Scotuzzi

 

A pochi mesi dall’Expò, nei giornali la pagina dedicata alle offerte di lavoro sono più affollate di quelle di necrologi. Un offerta di lavoro un po’ particolare farà conoscere la vita di 4 personaggi

Vincitore della rassegna 2013

"Matilde" diretta da Vito Palmieri

 

Pur essendo di poche parole, Matilde è una bambina dall'intelligenza vivace e dalla personalità spiccata. Tra i banchi di scuola, però, c'è qualcosa che sembra turbarla. Combinando le suggestioni ricevute dal nuovo maestro, l'interesse per gli strumenti da parrucchiera della madre e la passione per il tennis, Matilde cerca una soluzione drastica e originale per ritrovare la serenità.

Vincitore della rassegna 2012
"I Tweet" diretto da Mario Parruccini
 
Claire rientra a casa, rivivendo ogni giorno la stessa giornata, riascoltando ogni giorno gli stessi messaggi in segreteria. Stanca di sentirsi “invisibile” inizia il suo slancio sul mondo affacciata alla finestra della sua stanza: ma il mondo non sente. La conversazione tra  due diventa un confronto, un momento in cui Claire può capire come risolvere i propri dubbi. Tra il volere un contatto e l’ottenerlo si interpone la volontà e il mezzo.
Vincitore della rassegna 2011
"Se Son Rose" diretto da Riccardo Banfi
 
Una sera con te sarebbe un disastro: non invitarmi a cena mai, fossi in te non lo farei.
Vincitore della rassegna 2010
"Paper Memories" diretto da Theo Putzu
 
Un anziano signore cerca la sua felicità guardando vecchie foto... Due mondi divisi dall'incapacità di sognare...
Vincitore della rassegna 2009
"Porno Zeus" di Vincenzo Sacco
 
Il lavoro si propone di riscoprire l'essenza magica, e tragica, della Sicilia facendo capo alle sue origini greche. Dario tenta il suicidio alla roulette russa, ed ogni colpo andato a vuoto ci svela per flashback successivi i drammatici eventi che lo hanno condotto a quella drastica situazione! Il rapporto fra padre e figlio, fra il potere e la cultura (le due principali caratteristiche greche che sopravvivono nel sangue siciliano), si pone come emblematico per il cambiamento di una Sicilia legata a imperituri cicli che ne costituiscono lo status quo.
Vincitore della rassegna 2006
“Insect Town” di Emanuele Palazzolo